'Ludopatia', una mostra per pensare

Una mostra "per pensare" e "prendere posizione", generare idee, riflessioni e considerazioni intorno a questioni sensibili del nostro tempo. Così il critico d'arte Antonio Zimarino presenta la mostra 'Ludopatia', installazioni del collettivo Di Bernardo Rietti Toppeta fino all'8 dicembre (orario 17-20) nella Sala Flaiano dell'Aurum a Pescara. "Il ludopatico è la prova vivente del fallimento del sogno e allo stesso tempo testimonianza dell'irriducibile necessità di continuare ad avere un sogno: si desidera una vita in cui non dovrebbe essere necessaria la fatica della lenta costruzione del quotidiano, ma dove tutto accada per un fato salvifico". La prima 'narrazione', spiega Zimarino, è generata da uno stimolo sonoro nell'installazione dal titolo 'Craving'. Nel video 'Fruit Machine' riprende il tradizionale movimento rotatorio dell'iconografia della macchinetta mangiasoldi. L'installazione 'In - Cubo' vuole essere una plastica rappresentazione della trasformazione finale provocata dalla patologia dell'azzardo.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Scerni

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...